Passa ai contenuti principali

#Ciclismo - Tour degli Emirati Arabi Uniti da 24 febbraio al 2 marzo 2019

Al via l'edizione inaugurale del Tour degli Emirati Arabi Uniti

Il percorso del Tour degli Emirati Arabi Uniti - RCS Sport

Dopo cinque anni, il Dubai e l'Abu Dhabi Tour, convergono nel nuovissimo tour combinato degli Emirati Arabi Uniti che era stato ufficialmente presentato a dicembre al circuito di Yas Marina. L'unica gara WorldTour in Medio Oriente, organizzata dal Dubai Sports Council, Abu Dhabi Sports Council, Sharjah Sports Council, in collaborazione con RCS Sport, è in programma dal 24 febbraio al 2 marzo 2019.

Al Tour partecipano tutti e 18 i WorldTeams, con molti dei migliori rider del pianeta. Tra alcuni dei probabili nomi troviamo: i vincitori di 11 grandi giri, Chris Froome, Vincenzo Nibali e Tom Dumoulin; entrambi i campioni del mondo in carica di strada e cronometro individuale, Alejandro Valverde e Rohan Dennis; e sprinter di classe mondiale come Elia Viviani e Marcel Kittel.

Quattro saranno le maglie: rossa (classifica generale), verde (classifica a punti), bianca (miglior giovane) e nera (leader degli sprint intermedi). Rispettivamente sponsorizzate da Emirates, ADNOC, Nakheel e Abu Dhabi Aviation.


il trofeo che sarà consegnato al vincitore finale
Le sette tappe del Tour degli Emirati Arabi Uniti toccheranno tutti e sette gli Emirati. Le prime tre tappe si svolgeranno ad Abu Dhabi, la quarta a Dubai, Sharjah e Ras-al-Khaimah, la quinta tappa invece attraversa Sharjah, Ras-al-Khaimah e Fujairah, la sesta negli Emirati di Ajman, Umm-al-Quwain e Ras-al-Khaimah, mentre la per la tappa conclusiva si ritornerà a Dubai. 
Il Tour degli Emirati Arabi Uniti 2019 coprirà una distanza totale di 1.090 km con un significativo dislivello di circa 4.500 metri, per lo più concentrato nella terza, quarta e sesta tappa.

Alle 18 squadre WorldTour si aggiungeranno due squadre continentali UCI Professional. Ogni squadra sarà composta da sette corridori, per un totale di 140 atleti che si troveranno tutti ad Al Hudayriat Island per cronometro a squadre di apertura.

I Top Riders di UAE Tour

Il Percorso

Questo nuovo Tour degli Emirati Arabi Uniti è un mix di tappe tecnicamente diverse, aperte a tutti i tipi di corridori, con i "tuttofare" che con ogni probabilità vinceranno la classifica generale. 
Si inizia domenica 24 febbraio ad Abu Dhabi, nell'isola di Al Hudayriat con la tappa denominata ADNOC (16 km), la prima e velocissima prova a cronometro a squadre che assegnerà la prima maglia rossa da leader della classifica generale. 

La seconda tappa, l'Abu Dhabi Stage (184 km), sarà un giro della capitale degli UAE, a partire dall'Isola di Yas e passando per il porto di Khalifa, il Louvre di Abu Dhabi, la Corniche prima di finire alla Grande Bandiera.

Il giorno successivo, il gruppo affronterà una tappa di 179 km con il via dall'Al Ain UAE University. Durante questa frazione i ciclisti affronteranno il primo picco del Tour degli Emirati Arabi: il Jebel Hafeet a 1.025 m, con una pendenza massima dell'11%.

Il 27 febbraio, la quarta e più lunga tappa del Tour degli Emirati Arabi Uniti, il Dubai Municipality Stage (205 km). Il suo percorso è un tributo al classico "Queen stage" del Dubai Tour. Partenza da The Pointe - Palm Jumeirah ed arrivo sulla breve e acuta salita di Hatta Dam, da zero a  200 metri attraverso pendenze che vanno dal 12% al 17%.


La tappa di Sharjah (181 km) è la quinta e così disegnata potrebbe essere la classica frazione per le cosiddette ruote veloci.

La sesta tappa. Durante il RAK Properties Stage (180 km) per la prima volta, il gruppo viaggerà tra le montagne del Jais. 150 km dopo il km 0 ad Ajman, i corridori combatteranno per la classifica generale sulla salita di Jebel Jais, lunga 20 km, con pendenze medie del 5%.

Il Gran Finale, si svolgerà sabato 2 marzo. Una spettacolare passerella nella città di Dubai. Il Dubai Stage (145 km) parte dal Dubai Safari Park e termina nel distretto City Walk con quello che si preannuncia uno sprint di gruppo

Fonte: RCS Sport press

DONAZIONE - Se questo articolo ti è piaciuto, fai una donazione ad aggynomadi.com
Con il tuo contributo ci aiuterai a migliorare.  Grazie Mille..!

www.aggynomadi.com è un sito in cooperazione con Amazon.itIn cooperazione con Amazon.it

Commenti

I Post più popolari degli ultimi 30 giorni

#Food - Vado a mangiare la #Pinsa, anzi no la #Cirra..!

Vado a mangiare la Pinsa, anzi no la Cirra..!Da nord a sud, isole comprese e via via anche all'estero la Pinsa prende sempre più piede e fa parlare di se. Decine, centinaia, migliaia di PiZZerie hanno cambiato 2 lettere e letteralmente switchato in PiNSerie. E purtroppo, sovente, ci vengono appunto proposte delle PiZZe il cui solo nome è cambiato in PiNSe.  Della "Pinsa Romana" ci eravamo già occupati in questo specifico articolo nel quale crazie ad alcuni video del Gambero Rosso viene svelata la vera storia. Oggi invece vogliamo parlarvi di una "nuova" declinazione di Pinsa ovvero la Cirra e per provarla siamo volati in Sicilia proprio laddove è stata inventata. Cos'è la Cirra? La Cirra è il frutto di una sapiente e paziente lavorazione dell’insieme di farro, riso, soia, fibra di frumento e grano tenero che viene sottoposto, insieme al lievito madre, ad una lunghissima maturazione che le conferisce elevata digeribilità e tollerabilità.
Quelli de "…

#Fly & #Drive - Dove noleggiare un auto alle Canarie?

CICAR - Canary Islands Car offre la più ampia rete di noleggio di veicoli alle isole Canarie.
Un viaggiatore si è trovato, almeno una volta, di fronte alla necessità di dover noleggiare un auto.
Per chi viaggia spesso, invece la necessità è certamente più ricorsiva.
Ci si trova quindi a dover confrontare una serie di informazioni, classi, vantaggi, assicurazioni, chilometraggi, opzioni e servizi vari che danno seguito alla scelta ed ovviamente producono il prezzo di noleggio della vettura. Il più delle volte ci si orienta verso le grandi compagnie di autonoleggio più blasonate a livello internazionale o si fa uso dei comparartori di tariffe. O ancora più banalmente si fa affidamento agli autonoleggi "low cost" che le varie OTA (Online Travel Agency) e i siti delle Compagnie Aeree ci propongono a margine dell'acquisto del soggiorno in hotel o del volo. Ovviamente #aggynomadi -come in molti già sapranno- consiglia sempre di ricercare, comparare e leggere sempre attentamen…

#Viaggi & #Benessere - MGallery: un'esperienza olistica

L'olismo entra a far parte dell'esperienza di benessere degli hotels MGallery
MGallery, il marchio del gruppo Accor Hotels, svela una nuova strategia di benessere, offerta in 26 paesi in cui si trovano i boutique hotel di lusso del brand. Il suo unico obiettivo: accendere la tua scintilla interiore. MGallery crede che il benessere sia un'esperienza olistica che mira ad accendere la scintilla interiore di ogni ospite, quindi la nuova esperienza del marchio si basa su 3 pilastri: nutrire l'anima, incoraggiare uno stile di vita equilibrato e progettare aree funzionali uniche.
Un approccio unico al benessere Essenziale per promuovere energia, bellezza ed equilibrio, l'esclusivo approccio al benessere di MGallery inizia con il tuo stile di vita, con le proprietà che consentono alle persone di scoprire uno spettro di iniziative di benessere durante tutto il soggiorno.

Potrai prenderti cura di te attraverso uno dei partner di bellezza "su misura" scelti dall'…

Aggynomadi in cooperazione con Amazon.it
In cooperazione con Amazon.it

DISCLAIMER - AVVISO