Passa ai contenuti principali

#Traveller #Viaggiare #Travel #Japan #Viaggi #Giardinaggio #Giappone #Kansai - Vuoi visitare un #giardino Giapponese? Noi ti facciamo scoprire il Kōraku-en

Vuoi visitare un giardino Giapponese? Noi ti facciamo scoprire il Kōraku-en



Partiamo alla scoperta di quello che è considerato uno dei 3 giardini più belli del Giappone insieme al Kenroku-en di Kanazawa e al Kairaku-en di Mito.



Situato a Okayama, nell'omonima prefettura, Il Kōraku-en è un giardino giapponese realizzato nel 1700 dal feudatario Ikeda Tsunamasa allo scopo di avere uno spazio di relax per sé stesso e di accoglienza per i suoi ospiti.
Nel corso dei successivi anni ha subito varie modifiche fino a raggiungere la sua forma attuale nel 1863 con la sistemazione del lago centrale. Durante il XX secolo il Kōraku-en ha subito gravi danni; la successiva ristrutturazione del giardino si è protratta fino al 1967, quando tutti gli elementi naturali ed architettonici del giardino furono ripristinati.




Il Kōraku-en è noto per sfruttare al meglio le tecniche paesaggistiche giapponesi (kaiyū e shakkei) e  per aver introdotto alcune importanti innovazioni che poi diventeranno standard nei giardini giapponesi, e per la presenza delle rare gru tanchō portatrici di fortuna.
Il giardino dal 1922 è iscritto nell'elenco dei Siti paesaggistici del Giappone, e nel 1952 ha acquisito lo status di sito "speciale" che tutela i più importanti luoghi di eccezionale valore storico e artistico del paese.
Il Kōraku-en è collocato sulla riva nord del fiume Asahi, su un'isoletta artificiale a forma di virgola e divisa dal resto della città da un canale costruito per definire l'area del giardino e approvigionarlo d'acqua. All'interno di quest'area lo spazio è distribuito nello stile detto kaiyū "andare in giro in tondo", che consiste nel disegnare dei sentieri intorno ad uno specchio d'acqua centrale in modo tale che, ogni volta che il sentiero curva in una nuova direzione, lo spettatore si trova di fronte un paesaggio volontariamente composto in una certa maniera grazie all'uso dei 4 elementi standard dei giardini giapponesi: acqua, rocce, crescita delle piante e oggetti del paesaggio. 

 


Il Kōraku-en sorge sul retro del castello di Okayama, con cui è storicamente collegato.
Il nome originale del giardino era Go-kōen, dove Go è un prefisso onorifico e kōen vuol dire "giardino sul retro", nel senso che è collocato sul retro del castello di Okayama.
Il cambio di nome del giardino, da Go-kōen a Kōrakuen, deriva probabilmente dalla volontà del daimyō Ikeda di omaggiare l'omonimo giardino di Tokyo Koishikawa Kōrakuen di proprietà del Clan Tokugawa, cioè della famiglia dello shōgun, che possedeva quel nome fin dalla fondazione del 1629. Nel 1871, appunto il cambio di nome, coincise con la decisione del daimyō Ikeda Akimasa di aprire il giardino al pubblico. Il nuovo nome vuol dire "giardino del piacere dopo il dovere" e pressoché equivalente al modo di dire italiano "prima il dovere e poi il piacere".




Il progetto originale del giardino richiese 13 anni per essere completato e prevedeva prati, boschi, specchi d'acqua ed edifici in legno: residenza, stanze da tè, padiglioni vari.
Fino ad oggi sono state effettuate varie modifiche, la più vistosa nel 1743 consistente nell'elevazione della collina Yuishinzan al centro del giardino. Le modifiche successive modifiche furono molto meno invasive, come -ad esempio- la progressiva modifica del perimetro del lago centrale, svolta in modo sufficientemente contenuto da non alterare la percezione originale dello spazio.


Il Kōraku-en è uno dei rarissimi giardini di daimyō di cui gli storiografi possono studiare l'evoluzioni
sulle fonti primarie: l'archivio storico degli Ikeda è sopravvissuto fino ad'oggi e conserva disegni, progetti tecnici, lettere e libri paga esposti a rotazione tematica presso l'Okayama City Museum. 
Lo studio delle mappe del giardino ha permesso di stilare una cronologia completa della storia del giardino e una identificazione puntuale dei suoi cambiamenti, possibilità estremamente rara in Giappone data la forte perdita di materiale documentario che ha afflitto il Paese per secoli in seguito agli incendi.



Nel 1884 gli Ikeda, ormai residenti nella nuova capitale Tokyo, vendettero il giardino alla prefettura di Okayama, che lo convertì in un parco pubblico; precedentemente la possibilità di accesso per la gente comune era concessa solo in specifiche occasioni e ricorrenze. 
Nel XX secolo il Kōraku-en ha subito forti danni quali la perdita di buona parte della flora originale, la morte delle gru cerimoniali tanchō, e la distruzione totale degli edifici in legno a seguito del tifone Muroto nel 1934 e del bombardamento aereo di Okayama nel 29 giugno 1945. 
La presenza dei documenti dell'archivio Ikeda ha comunque permesso la ricostruzione fedele sia del giardino sia delle strutture.


DONAZIONE - Se questo articolo ti è piaciuto, fai una donazione con PayPal ad aggynomadi.com - Con il tuo contributo ci aiuterai a migliorare.  Grazie Mille..!


www.aggynomadi.com è un sito in cooperazione con Amazon.itIn cooperazione con Amazon.it

Commenti

I Post più popolari degli ultimi 30 giorni

#Food - Vado a mangiare la #Pinsa, anzi no la #Cirra..!

Vado a mangiare la Pinsa, anzi no la Cirra..!Da nord a sud, isole comprese e via via anche all'estero la Pinsa prende sempre più piede e fa parlare di se. Decine, centinaia, migliaia di PiZZerie hanno cambiato 2 lettere e letteralmente switchato in PiNSerie. E purtroppo, sovente, ci vengono appunto proposte delle PiZZe il cui solo nome è cambiato in PiNSe.  Della "Pinsa Romana" ci eravamo già occupati in questo specifico articolo nel quale crazie ad alcuni video del Gambero Rosso viene svelata la vera storia. Oggi invece vogliamo parlarvi di una "nuova" declinazione di Pinsa ovvero la Cirra e per provarla siamo volati in Sicilia proprio laddove è stata inventata. Cos'è la Cirra? La Cirra è il frutto di una sapiente e paziente lavorazione dell’insieme di farro, riso, soia, fibra di frumento e grano tenero che viene sottoposto, insieme al lievito madre, ad una lunghissima maturazione che le conferisce elevata digeribilità e tollerabilità.
Quelli de "…

#Fly & #Drive - Dove noleggiare un auto alle Canarie?

CICAR - Canary Islands Car offre la più ampia rete di noleggio di veicoli alle isole Canarie.
Un viaggiatore si è trovato, almeno una volta, di fronte alla necessità di dover noleggiare un auto.
Per chi viaggia spesso, invece la necessità è certamente più ricorsiva.
Ci si trova quindi a dover confrontare una serie di informazioni, classi, vantaggi, assicurazioni, chilometraggi, opzioni e servizi vari che danno seguito alla scelta ed ovviamente producono il prezzo di noleggio della vettura. Il più delle volte ci si orienta verso le grandi compagnie di autonoleggio più blasonate a livello internazionale o si fa uso dei comparartori di tariffe. O ancora più banalmente si fa affidamento agli autonoleggi "low cost" che le varie OTA (Online Travel Agency) e i siti delle Compagnie Aeree ci propongono a margine dell'acquisto del soggiorno in hotel o del volo. Ovviamente #aggynomadi -come in molti già sapranno- consiglia sempre di ricercare, comparare e leggere sempre attentamen…

#Viaggi & #Benessere - MGallery: un'esperienza olistica

L'olismo entra a far parte dell'esperienza di benessere degli hotels MGallery
MGallery, il marchio del gruppo Accor Hotels, svela una nuova strategia di benessere, offerta in 26 paesi in cui si trovano i boutique hotel di lusso del brand. Il suo unico obiettivo: accendere la tua scintilla interiore. MGallery crede che il benessere sia un'esperienza olistica che mira ad accendere la scintilla interiore di ogni ospite, quindi la nuova esperienza del marchio si basa su 3 pilastri: nutrire l'anima, incoraggiare uno stile di vita equilibrato e progettare aree funzionali uniche.
Un approccio unico al benessere Essenziale per promuovere energia, bellezza ed equilibrio, l'esclusivo approccio al benessere di MGallery inizia con il tuo stile di vita, con le proprietà che consentono alle persone di scoprire uno spettro di iniziative di benessere durante tutto il soggiorno.

Potrai prenderti cura di te attraverso uno dei partner di bellezza "su misura" scelti dall'…

Aggynomadi in cooperazione con Amazon.it
In cooperazione con Amazon.it

DISCLAIMER - AVVISO